Maestoso andante (dalla Sonata per pianoforte n. 12)

closeQuesto articolo è stato pubblicato 8 anni 26 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Ludwig van Beethoven, Sonata per pianoforte n. 12 op. 26, III. Maestoso andante, marcia funebre sulla morte d’un eroe.

5 pensieri su “Maestoso andante (dalla Sonata per pianoforte n. 12)

  1. …se non è eclettismo questo! Pochi post fa discutevamo di Punk e di Clash, tra l’altro ho recuperato Sandinista e me lo ricordavo migliore… eh la vecchiaia… ed oggi così senza commento presenti un momento intimista di colui che superò le barriere del romanticismo rendendo immortale l’assoggettamento della forma al desiderio.

    ohi mi sa che sto divagando…

    eh ma il Ludwig Van merita un trattamento speciale anche se non ho preso nessuna dose di latte più

    Un Sorriso

  2. Secondo Wittgenstein la musica significa semplicemente se stessa – ed è vero. Ma è anche vero che un brano assume significati che vanno al di là della musica. Questo è uno di quei brani lì…

Lascia un commento