Io non sono l’altro 49,7%

closeQuesto articolo è stato pubblicato 3 anni 10 mesi 2 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Vedo su Facebook questa immagine:

1653972_10201547920400005_906689798_n

Si riferisce all’esito della votazione di domenica, nella quale – dati della Confederazione – 1’463’954 cittadini hanno approvato l’iniziativa popolare “Contro l’immigrazione di massa” e 1’444’428 persone, pari appunti al 49,7% dei votanti, l’hanno respinta.

Il problema è che la partecipazione è stata, a livello nazionale, del 55,8%, per cui i dati, in un grafico, sono questi:

Grafico

In altre parole, chi ha votato no all’iniziativa non rappresenta il 49,7% bensì il 27,7% degli aventi diritto di voto.
Giusto per completezza.

7 pensieri su “Io non sono l’altro 49,7%

  1. Chi si astiene secondo me è poco furbo, ma Ivo ha ragione. Dal punto di vista matematico, s’intende.

  2. Sono d’accordo con Ricco&Spietato. Chi si astiene, quanto meno è indifferente al risultato. il che equivale a condividere la decisione maturata al margine.

  3. C’è anche chi si astiene perché non crede nel sistema democratico e non vuole sostenerlo con il proprio voto. Una sorta di disobbedienza civile elettorale. Ma certamente questo non riguarda il 44,2% dei cittadini…
    In ogni caso, con le percentuali riferite agli aventi diritto e non ai votanti non mi interessa sminuire né chi ha votato per l’iniziativa né chi l’ha respinta. Non si tratta di dire “i cattivi non sono il 50,3% ma solo il 28,1”, ma solo di fare i conti completi.

Lascia un commento