Il significato della musica

closeQuesto articolo è stato pubblicato 8 anni 11 mesi 23 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Per ora tutto quello che voglio farvi notare è che la  musica ha i suoi significati, che sono lì per voi, per farvi sentire dentro la musica; e non avete bisogno di storie o immagini per dire cosa significa. Se vi piace la musica, troverete da soli i significati, semplicemente ascoltandola. È questo che dovreste fare. Mettervi comodi e rilassarvi, goderla, ascoltare le note, sentirle muoversi, ballare, urtarsi, scintillare, scivolare – e semplicemente godere di questo.
Il significato della musica è nella musica e in nessun altro luogo.

Leonard Bernstein, Giocare con la musica, Milano, excelsior 1881, 2007

Nella libreria Mondadori di Milano Lambrate questo testo era vicino a un libro di Giovanni Allevi – credo La musica in testa.
Mi sono immaginato un fan di Allevi che, mentre allunga la mano verso il libro del suo idolo, l’occhio gli cade su Giocare con la musica e , sopraffatto dalla vergogna, si pente delle proprie intenzioni e acquista il testo di Bernstein.

5 pensieri su “Il significato della musica

  1. Io avrei voglia di tirare in ballo i TMBG ma la volta scorsa non avete apprezzato, quindi non lo faccio. Peggio per voi 8)

  2. @ Ivo
    http://vodpod.com/watch/505329-they-might-be-giants-new-york-city
    Però aspetta! l’ho già detto a proposito di Wagner (che io considero un fracassone) e non tutti (in verità nessuno) hanno apprezzato.
    C’è da dire che quando sono solo ascolto (in sottofondo) Mozart o Beethoven. Se sono con altri propongo i Beatles.
    Diciamo che i miei gusti musicali sono 1) non aggiornati; 2) non condivisi da nessuno di quelli che conosco.

Lascia un commento