Comunismo e società

closeQuesto articolo è stato pubblicato 10 anni 1 mese 23 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Sta nascendo il Partito Democratico. PD. Prodi-D’Alema.

L’ostetrico Fassino, liquidando una volta per tutte l’eredità comunista, lo ha definito “un partito che deve stare in sintonia con la società”. Ma il comunismo nacque come critica del modo di produzione capitalista: una critica di cui c’è oggi ancora bisogno, alla luce della nuova proletarizzazione (precariato) decisa ferocemente dal blocco industriale-politico-mediatico che governa il nostro Paese. (E il mondo.) Col partito democratico, sparisce la critica. Resta la gestione dell’esistente. Grazie a tutti. Avete fatto quel che potevate.

Daniele Luttazzi, Contro il Partito Democratico.

4 pensieri su “Comunismo e società

  1. Toh finalmente torna la rubrica pensieri inutili! Evviva!
    E se invece fosse il partito democratico ad essere nato, appunto, contro queste luttazzate? 😛

    Io spero di sì, al di là della battuta. Partito contro il luttazzismo… e soprattutto contro l’asse-mussi…
    ( Asse-mussi poi a Trieste suona malissimo. Neanche ti dico che soa vuol dire “mussi”… )
    Per il senso che ha commentare un autore di satira( satira, comicità, pubblicistica politica, pubblicistica di partito? qual è il genere di Luttazzi? ) la “critica alla produzione capitalista” presuppone un mucchio di roba.
    a) Qualcosa di organico chiamato capitalismo da criticare
    b) Che evoluzioni economiche si possano cambiare a piacimento
    c) Che ci sia qualcosa di male nel gestire l’esistente, come se l’esistente fosse statico e reazionario e non in costante fermento. Luttazzi ha un totale disprezzo e diffidenza verso la realtà sociale.
    d) Che chi fa la “critica” sia più intelligente del criticato. In politica non capita MAI.

    ciao Ivo!

  2. Ehm… la rubrica, veramente, è “Spilli”, non Pensieri inutili. Il problema è che quando inizio a scrivere non ho idea di quante parole scriverò sull’argomento, e spesso mi dimentico di cambiare la rubrica.
    Passando oltre: Luttazzi fa il comico, si occupa di satira, non di politica. Le tue critiche vanno bene per Mussi (non indago il significato dialettale del suo nome) o per Beppe Grillo (che ha smesso da tempo di fare il comico), non per Luttazzi.
    Sui dettagli della questione Partito Democratico, poi, non ho opinioni precise. Cercherò di farmele per le prossime votazioni.

  3. Ops… scusa. Spilli! Oggi è il terzo svarione di lettura.
    Pardon, la lana di pioppo mi fa soffrire gli occhi…
    Che vergogna cmnq l’errore… 🙁

  4. Ehm… veramente la categoria era Pensieri inutili: non sei tu a prendere svarioni, ma io che attribuisco erroneamente le categorie!
    Visto che si parla di comunismo, mi sembrava d’obbligo correggere l’errore senza lasciarne traccia: Pravda docet! 😉

Lascia un commento