Sinestesie

closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 9 mesi 13 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Ieri sera, tra Genova e Milano, sono riuscito, gallerie e interferenze permettendo, a sentire almeno una parte della Sinfonia n. 9 di Beethoven diretta da Eliahu Inbal.

Ascoltare la musica e vedere una trafficata autostrada non è una esperienza molto coerente e rilassante, ma le alternative, a parte assistere al concerto sperando di trovare dei posti decenti, sono scarse: le riprese video dei concerti sono, per me, una delle cose più noiose da seguire.

Finito il concerto mi sono chiesto se è possibile rendere visivamente l’esperienza musicale. Questa mattina, per puro caso, mi sono imbattuto in questo video, molto simile a quello che avevo immaginato ieri sera.

9 pensieri su “Sinestesie

  1. anche io ieri sera andavo da genova a milano, ma in treno, un regionale per giunta, in compagnia di un controllore interista sciroccato, e con nessuna possibilità di ascoltare concerti via radio. siimi solidale.

  2. Mah, non so… forse avrebbe avuto più effetto col contrappunto (o forse e’ che la musica del video non e’ il mio genere…)

  3. Anche secondo me il brano non è dei migliori, sembra scelto apposta per mostrare le immagini mentre in teoria dovrebbe essere il contrario. Un altro limite è che non si legge la partitura (ma questo è anche un problema di Youtube che non è certo in HD).

    L’impianto generale è però, secondo me, corretto. Se i DVD di musica classica fossero così, qualcuno lo comprerei…

  4. Non trovo molta corrispondenza fra le immagini e la musica (perche’ ogni tanto alcuni strumenti zoomano? si basa forse solo sulle indicazioni di dinamica della partitura, invece che sull’effettivo “decibellaggio” dello strumento?).
    Ma forse, di nuovo, è un problema mio che in questo tipo di musica trovo tutte le sonorità confusamente amalgamate (l’ho già detto, amo il contrappunto… 🙂 )

  5. Ascoltando il video senza musica, i movimenti e le appararizioni-sparizioni dei musicisti sembrano piuttosto trasformazioni geometriche o un calcolo.
    Non è necessario riflettere o analizzare per vedere il “calcolo”, ma è comunque solo calcolo.
    Insomma, l’immagine rende bene la sintassi della melodia, ma nulla di altre caratteristiche: gli accordi e gli annessi fenomeni di fusione, i toni, l’altezza( i musicisti che s’ingrandiscono non la esprimono per nulla )…
    Pare interessante: composizione visiva e musica hanno qualcosa di molto astratto in comune, ma sono essenzialmente diverse.
    Comunque, l’effetto d’insieme, che mi pare di overlapping più che di sinestesia, è davvero carino. 🙂
    ciao! eno

  6. Ecco cosa! Non mi veniva!
    Klee, i dipinti di Klee rendono bene un’idea di musica! I colori e le linee sono sfumati o geometrici senza senso apparente, ma danno l’impressione di una grande unità.
    A una prima occhiata tutti dicono: “E’ uno scarabocchio”, ma poi ci si perde a osservarli…
    ciao, Eno

Lascia un commento