Onere della prova

closeQuesto articolo è stato pubblicato 6 anni 8 mesi 7 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.


Dimostra di non essere un robot.
Non capisco perché devo essere io a dimostrare di non essere un robot, e non piuttosto tu, stupido sito che mi chiedi di ricopiare due parole per lasciare un commento, a dover dimostrare il contrario.

3 pensieri su “Onere della prova

  1. Io li odio.
    Tra l’altro immagino che sia più semplice per un robot che per un presbite leggere quei caratteri sgorbiati e privi di senso compito nella lingua dei siti ospitanti.

    Ma poi, cosa c’è di male ad essere un robot, e se lo fossi (e non fossi in grado di passare il test… e qui mi scappa da ridere) perché non dovrei avere il diritto di commentare?

    Questo razzismo è inconcepibile!!!

    Un Sorriso
    (vs bene, tanti sorrisi)

  2. compiuto e non compito 😉 Chissà se il correttore se ne sarebbe accorto? Tra l’altro è compliance con il grammarnazi? Ancora Un Sorriso

  3. @il più cattivo: Questo razzismo è inconcepibile!!!

    Dici bene: inconcepibile. Infatti il termine razzismo, non trattandosi di razza, è inesatto. C’è chi parla di specismo per riferirsi al diverso trattamento per esseri umani e altri animali; in questo caso non saprei come chiamarla, la discriminazione tra umani e robot…

Lascia un commento