Il segreto

closeQuesto articolo è stato pubblicato 11 anni 9 mesi 25 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Pacta servanda sunt. Gli impegni vanno rispettati: questo principio vale, banalmente, per gli individui come per le entità collettive quali società, associazioni e nazioni.

Un accordo, ad esempio una promessa, tra due persone è vincolante: non mantenere la parola data è biasimevole e, nel caso dei contratti, sanzionabile.
Un accordo internazionale tra stati, anche in assenza di un’autorità superiore in grado di sanzionare, è vincolante. Una sorta di imperativo politico, da affiancare agli imperativi categorici di kantiana memoria.
Quale è il valore di un simile imperativo politico? Discreto in caso di accordo pubblico, quasi nullo in caso di accordo segreto.
Uno stato non è un ente individuale. Uno dei principi delle democrazie moderne è la separazione dei poteri: non esiste nessuna istituzione che goda di pieni poteri. La politica estera, anche se solitamente dipende dal potere esecutivo, rappresenta la nazione nel suo complesso, e pertanto richiede trasparenza.
È chiaramente utopistico pensare o sperare una trasparenza completa: i servizi segreti devono essere segreti e, anche senza tirare in ballo James Bond, è altrettanto ovvio che l’attività del ministero degli esteri non possa essere resa tutta disponibile alla stampa. La menzogna, o meglio la reticenza, è, politicamente parlando, utile e necessaria: una virtù più che un peccato. Trasparenza quindi non significa alla luce del sole, ma sotto l’osservazione, e il controllo, di altri organi di governo.
In mancanza di questa osservazione e controllo, è quantomeno dubbia la legittimità.
Uno stato rispetterà una intesa precedentemente firmata a meno che non abbia dei buoni motivi per non farlo. Ma ignorerà un accordo segreto a meno che non abbia dei buoni motivi per rispettarlo.
La differenza è evidente: si può avere una (moderata) fiducia in un accordo firmato alla luce del sole (o meglio dei media); quasi nulla in un accordo firmato clandestinamente.
Eppure le intese segrete esistono: evidentemente ci sono situazioni nelle quali conviene avere un patto di scarso valore ma segreto invece di uno più affidabile ed efficace, ma pubblico, conosciuto e criticabile.

Lascia un commento