Identità culturale

closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 6 mesi 14 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Milano, XVI secolo.

Alpha: Caro amico, sai qual è il vero problema, oggi? Quale è la vera causa della crisi?

Beta: Dimmi, amico mio.

Alpha: Abbiamo rinunciato alla nostra identità!

Beta: È vero, hai ragione: abbiamo rinunciato alla nostra identità.

Alpha: Invece di difendere le nostre tradizioni, le abbiamo abbandonate. Ci siamo lasciati sedurre dalle altre culture.

Beta: Hai perfettamente ragione. E adesso ci ritroviamo la città invasa dagli stranieri. Da gente che ha una cultura completamente diversa dalla nostra. Veneti, toscani, liguri… gente che ha una cultura incompatibile con la nostra!

Alpha: Siamo come un albero al quale hanno soffocato le radici.

Beta: E senza radici robuste l’albero è debole: infatti ci hanno invaso. Francesi, svizzeri, spagnoli, austriaci…

Alpha: E la colpa è anche un po’ tua.

Beta: Mia?

Alpha: Sì, tua. Io mi sono sposato con una milanese, mentre tu…

Beta: Mia moglie è milanese!

Alpha: Ma se è nata a Lambrate! E poi pare che il padre venisse da Como.

Beta: Non starai esagerando un po’?

Alpha: No, caro amico: qui bisogna difendere le nostre radici, proteggere le nostre tradizioni. Hai visto i campi intorno a Milano, ultimamente?

Beta: I campi?

Alpha: Sì, i campi. Sempre più contadini rinnegano la nostra tradizione e coltivano piante che non appartengono alla nostra cultura.

Beta: Ti riferisci al melgun?1

Alpha: Esatto. Al posto di farro, riso, tutte colture naturali, i contadini adesso piantano questo melgun.

Beta: Beh, ma la polenta…

Alpha: I miei antenati usavano il farro.

Beta: Sì, ma col melgun è più buona.

Alpha: Forse. Mi sono sempre rifiutato di assaggiarla: non appartiene alla nostra tradizione! Vuoi forse vivere in una società multietnica?

Beta: Multietnica? Assolutamente no, però la polenta…

Alpha: La polenta non fa parte della nostra identità culturale! Dovrebbero proibirla!

  1. Granoturco []

4 pensieri su “Identità culturale

  1. Dai gli svizzeri e gli americani sono gli unici extracomunitari che piacciono alla lega. Saranno minga leghisti?

  2. @Weissbach: Perché i batteristi?

    @juhan: Non credo facciano questione di nazionalità: bastano i soldi.

    @Marco Ferrari: In Sicilia invece fanno le bombe con il riso: si chiamano arancini, e dopo il terzo o quarto non hai possibilità di sopravvivenza! 😉

Lascia un commento