Terminator e la filosofia

closeQuesto articolo è stato pubblicato 10 anni 3 mesi 15 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Coincidenze: ieri commentavo il testo di Nicla Vassallo contro i libri che mischiano filosofia e cultura popolare; oggi mi imbatto in questo curioso Call for Abstracts:

The Terminator and Philosophy

Edited by Richard Brown and Kevin S. Decker

The Blackwell Philosophy and Popular Culture Series

È interessante riportare l’affermazione di Richard Brown, uno dei curatori (grassetto mio):

If you are a fan of the Terminator (show or movies) and you want to help me raise the quality of philosophy in the pop culture books then submit an abstract.

Se sei un fan di Terminator e se vuoi aiutarmi a migliorare la qualità dei libri sulla filosofia e la cultura popolare, allora invia un tuo articolo.

Sono sicuro che Nicla Vassallo interpreterà diversamente questo appello, ma io vi leggo una piccola conferma della mia tesi: la bontà di una riflessione non dipende dall’oggetto sul quale si riflette, ma dalla cura e dall’attenzione che ci si mette.

Lascia un commento