Michael Dummett (1925-2011)

closeQuesto articolo è stato pubblicato 6 anni 10 mesi 22 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Sul sito internet della Società italiana di filosofia analitica, un ricordo di Eva Picardi e alcuni link interessanti:

Il 27 dicembre si è spento ad Oxford Sir Michael Dummett. Sir Michael non è stato solo uno dei filosofi più importanti del nostro tempo, ma ha saputo coltivare una varietà di interessi culturali e civili che fanno di lui una personalità eccezionale. Oltre che di logica, di filosofia del linguaggio e della matematica, di storia della filosofia analitica, si è occupato del gioco e dell’iconografia dei Tarocchi, delle procedure di voto più adatte a garantire una rappresentanza democratica, e, insieme alla moglie Ann, ha studiato criticamente la legislazione britannica in materia di immigrati e rifugiati, prendendo attivamente parte alla lotta politica. Sir Michael era una persona profondamente religiosa e faticava a capire l’ostilità preconcetta di molti intellettuali italiani nei confronti della Chiesa Cattolica. Ha molto amato l’Italia, e tutti coloro che hanno avuto la fortuna di averlo conosciuto di persona si sentono oggi privati di una guida intellettuale insostituibile.

Rimandiamo qui a un ricordo pubblicato sul Guardian e  all’intervento introduttivo di Michael Dummett al  Convegno Nazionale SIFA del 2004:

“The Place of Philosophy in European Culture”

Lascia un commento