Tecnologia leggera

closeQuesto articolo è stato pubblicato 11 anni 11 mesi 18 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Ciò che è pesante oppone resistenza, è necessario uno sforzo notevole per muoverlo.
Ciò che è leggero, viceversa, oppone scarsa o nulla resistenza, e il movimento è facile se non addirittura trasparente, nel senso che non ci si accorge nemmeno di aver compiuto lo sforzo.
Cosa significano leggero e pesante relativi alla tecnologia?
In primo luogo, questi aggettivi si possono applicare, in senso letterale, agli oggetti fisici: una calcolatrice e un telefonino sono tecnologia leggera, un televisore da quaranta pollici e un frigorifero sono tecnologia pesante.
Questa prima soluzione è da scartare in quanto non tiene conto dell’utilizzo effettivo. Un telefonino è fatto per essere portato sempre con se, in tasca o nella borsetta; un televisore e una cucina sono invece solitamente fissi: il fatto che pesino qualche centinaio di grammi o di chili è ininfluente, tranne in caso di trasloco.
Da questo punto di vista, la tecnologia più pesante è sicuramente rappresentata dai computer portatili.
È tuttavia possibile fare un ulteriore passo avanti, e considerare leggerezza e pesantezza in senso lato, come facilità o difficoltà di utilizzo.
Il discorso, chiaramente, si complica: un frigorifero, un forno o una lavatrice sono tecnologia leggera, quasi trasparente.
Interessante il caso dei telefoni cellulari: leggeri per quanto riguarda telefonate e messaggi di testo, possono tuttavia diventare pesanti per tutte le altre funzioni. Quasi sempre disastrosa, purtroppo, la situazione per l’informatica; ma probabilmente è solo questione di tempo.
Una tecnologia pesante è uno strumento che viene impiegata quando non se ne può fare a meno.
Una tecnologia leggera, invece, è utilizzata sempre, spesso senza accorgersene, inconsciamente.
Nel primo caso si hanno nuove possibilità del fare, nel secondo caso nuove possibilità dell’essere: una tecnologia leggera è, di fatto, una estensione del nostro corpo, come avere un organo in più.
Pensiamo al telefonino: poter comunicare sempre con chiunque, come noi, sia dotato di cellulare, è di fatto come possedere un orecchio e una bocca virtuali e globali. Il telefono tradizionale, legato con un filo ad un determinato luogo geografico, ha rivoluzionato enormemente le comunicazioni tra gli uomini, ma non è possibile considerarlo una estensione dell’uomo.
Attualmente, i computer sono tecnologia pesante: per quanto possa essere semplice il loro utilizzo, si è sempre di fronte ad oggetti il cui impiego non è immediato e naturale. Il futuro sembra tuttavia promettere ottimi sviluppi. Forse si avvicina l’inizio di una nuova era.

Lascia un commento