Il bottone magico

closeQuesto articolo è stato pubblicato 8 anni 1 mese 7 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Su You Are Not So Smart dedicano un interessante articolo sui pulsanti placebo, pulsanti che non fanno assolutamente nulla. A volte sono pulsanti che facevano qualcosa, ma adesso non servono a nulla e rimuoverli costerebbe troppo; altre volte sono pulsanti che fanno qualcosa, ma solo in circostanze particolari; altre volte sono pulsanti messi lì con l’unico scopo è tenere occupate le persone.
Così, spesso i bottoni per far diventare verdi i semafori ai passaggi pedonali non funzionano più, ma i bottoni rimangono; i pulsanti per aprire e chiudere le porte su molti ascensori sono lì solo per il personale di servizio, e si attivano solo con una chiave; in molti uffici ci sono falsi termostati, così i dipendenti quando hanno troppo caldo o troppo freddo girano una inutile manopola e si sentono meglio perché hanno fatto qualcosa.

Adesso che lo so, non premerò più il pulsante per chiudere le porte degli ascensori. Non perché so che non funzionano, ma perché così mi sentirò più intelligente di chi preme quel bottone.

8 pensieri su “Il bottone magico

  1. che i pulsanti per chiamare il semaforo pedonale non funzionino, almeno a Milano, lo so da una vita. Però quello per chiudere le porte nell’ascensore sì, almeno in quelli che ho provato.

  2. @–>Ivo
    Se premi un pulsante che non funziona, convinto del contrario, secondo me non sei scemo, ma solo disinformato e non per colpa tua.

  3. @Weissbach: È una strategia interessante.

    @lector: È vero: sono disinformato.
    Il difetto della ragione potrebbe venire dal fatto che non mi accorgo dell’inganno, e giro la manopola del condizionatore senza accorgermi che è inutile.

  4. Quando ero piccolo e soffrivo di mal d’auto, mio padre accendeva lo sbrinatore del vetro posteriore. Schiacciava il pulsantone e si accendeva una bella luce rossa; il mal d’auto spariva in pochi secondi.

  5. @Galliolus: Mi ricorderò questo piccolo trucco, quando mi troverò in una situazione simile.

    Questa mattina, ancora addormentato, invece del pulsante per chiudere le porte, ho premuto quello dell’allarme. Funziona.

  6. Buon giorno,
    ho letto l’articolo e posso dire di averlo trovato davvero interessante.

    Ho aggiunto il blog tra i preferiti e passerò a visitarvi spesso!

    Vi ringrazio per la segnalazione.

    Buon lavoro.

Lascia un commento