Dove bisogna leggere?

closeQuesto articolo è stato pubblicato 11 anni 11 mesi 15 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Riprendiamo l’analisi del saggio di Ferraris Dove sei? Ontologia del telefonino.

Se la prima obiezione al testualismo debole di Ferraris riguardava la mancanza di iscrizioni, la seconda prende in esame il caso opposto: più iscrizioni concomitanti e in contrasto tra loro.
Riprendendo uno degli esempi di Ferraris: che cos’è la squadra di calcio della Fiorentina?
La storia di questo club sportivo è infatti curiosa e interessante. Leggiamo alcuni stralci dal sito ufficiale1 dello ACF Fiorentina:

Logo_FiorentinaLa Fiorentina fallisce nel luglio 2002 […].
La nuova Fiorentina nasce il 3 agosto 2002, all’indomani della mancata iscrizione al campionato di serie B della A.C. Fiorentina 1926, società il cui palmares è stato successivamente ricomprato dalla nuova proprietà. […] La squadra è stata completamente ricostruita da zero e, dopo un prevedibile inizio in salita […], la nuova Fiorentina ha cominciato a marciare verso quello che era l’obiettivo dichiarato: tornare in tre anni in serie A. […] Chiuso il campionato, Diego Della Valle ha fatto un altro regalo alla tifoseria viola: il 15 maggio si è aggiudicato l’asta fallimentare del marchio della vecchia A.C. Fiorentina […].
Il 20 agosto 2003 avviene un colpo di scena: in un’estate funestata da ricorsi al Tar e decisioni di tribunali civili e penali, il calcio italiano subisce un vero e proprio terremoto, con l’allargamento della serie B da 20 a 24 squadre: vengono ripescate le retrocesse Catania, Genoa e Salernitana e, come ventiquattresima, stante la mancata iscrizione del Cosenza, arriva la Fiorentina, per meriti sportivi e bacino d’utenza.

Vi sono qui molte iscrizioni: in base ad alcune la vecchia squadra e la nuova sono due oggetti sociali diversi, ma secondo altre sono lo stesso oggetto. Alla fine sembra prevalere la seconda versione, ma limitatamente ai meriti sportivi: i debiti della della vecchia squadra non riguardano la nuova.
Il problema è: quali iscrizioni consultare? Come effettuare la scelta? Per una ontologia degli oggetti sociali sarebbe utile, se non vitale, trovare un metodo generale di selezione che non si riduca ad aspettare un vincitore tra le varie iscrizioni.
Si potrebbe ribattere che le squadre di calcio sono in realtà due oggetti sociali distinti, spesso coincidenti ma non sempre: la società sportiva, con i suoi registri, e la squadra vera e propria, le cui iscrizioni sono nella testa dei tifosi.
Rimarrebbe comunque il problema di stabilire quanti e quali oggetti sociali che crediamo semplici sono in realtà composti da più oggetti distinti.

La conclusione di questa storia, che curiosamente Ferraris non sembra trarre, è che non sempre una iscrizione crea un oggetto sociale, o almeno non è sempre chiaro come lo crea.

  1. La pagina consultata nel 2005 non esiste più; nelle sezioni del sito ufficiale dedicate alla storia del club gli eventi dovrebbero essere narrati negli stessi termini. Nota aggiunta nel 2012 []

2 pensieri su “Dove bisogna leggere?

  1. Grazie per le future citazioni.
    Ferraris, nel suo libro, aveva brevemente accennato alle curiose vicende della Fiorentina (riferendosi ad un suo studente, se non erro), ma senza trarne le secondo me dovute conseguenze: non è immediato il passaggio tra iscrizione e oggetto sociale.

    Immagino la risposta di Ferraris: è un problema pratico, non teorico.

Lascia un commento