Bruciar bandiere

closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 5 mesi 16 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Alpha: Perché quella faccia corrucciata?

Beta: Sto leggendo il giornale. Denunciati tre ragazzi per aver bruciato la bandiera di Israele durante un corteo.

Alphalegge anche lui l’articolo: Curioso: qui si dice che i tre ragazzi hanno tra i 25 e i 30 anni.

Beta: Fa vedere? È vero, non ci avevo fatto caso. È la nostra età, però io non mi sento un ragazzo.

Alpha: Sai, alcuni sono giovani dentro. Tu evidentemente sei vecchio dentro.

Beta: Se sono vecchio, dovrei anche essere saggio, e come saggio…

Alphalo interrompe: Guarda che non è detto che la vecchiaia porti saggezza. A volte rimbecillisce soltanto.

Betafacendo finta di non aver sentito: … come saggio, dicevo, questa faccenda non la capisco bene.

Alpha: In effetti è un bel problema, per le ambasciate.

Beta: Per le ambasciate?

Alpha: Sì.

Beta: Non capisco.

Alpha: Se distruggere una bandiera è reato, come faranno le ambasciate a disfarsi delle vecchie bandiere?

Beta: …

Alpha: Cosa ne faranno, le conserveranno in un deposito?

Beta: Credo che il problema riguardi il bruciare le bandiere in pubblico.

Alpha: Capisco. Bruciare bandire è come la masturbazione: finché lo fai di nascosto, va bene, ma se provi a farlo davanti a tutti diventa reato.

Beta: …

Alpha: D’altra parte, a bruciare una bandiera da soli, nel salotto di casa, non c’è gusto.

Beta: …

Alpha: Ho detto qualcosa di male?

Beta: Quello che sto cercando di dire è che non mi è chiaro quale sia il reato. Bruciare una bandiera di Israele è forse un atto che danneggia qualcuno?

Alpha: Non saprei: immagino che un israeliano possa non gradire molto il gesto.

Beta: Beh, io non gradisco quella tua orrenda cravatta, ma non per questo la considero un reato. I reati non sono certo una questione di gradimento delle persone.

Alpha: Cosa ha la mia cravatta?

Beta: Diciamo che una cravatta a righe cremisi ed elefantini lillà… ecco, non è il massimo del buon gusto. Ma torniamo alla bandiera bruciata, ti spiace?

Alpha: Un po’ sì: ci tengo tanto a questa cravatta. E mi offenderei se tu la bruciassi in piazza.

Beta: Non ho nessuna intenzione di bruciare la tua cravatta, come non ho intenzione i bruciare unabandiera: è un gesto che non riesco a comprendere. Cosa significa bruciare la bandiera di una nazione? Bruciare la bandiera di Israele significa forse che condanni tutto lo stato di Israele, nella sua interezza e totalità? Stiamo parlando della bandiera di una nazione, che è una cosa molto vasta, complicata e variegata. Possibile che esista al mondo una nazione che non produca o abbia prodotto nulla di buono?

Alpha: Beh, la frutta israeliana che trovo al supermercato proprio buona non è, ma non credo sia per questo che questi tre ragazzi, giovani dentro, siano andati in piazza a bruciare la bandiera di Israele.

Beta: Lasciando da parte gli ortaggi, mi chiedo che senso abbia condannare quella che è la manifestazione di una opinione. Le opinioni si discutono, si criticano, anche ferocemente, ma non si condannano come se fossero dei crimini.

Alpha: Chissà, magari anche questa denuncia è la manifestazione di una opinione.

Beta: …

Alpha: Voglio dire, in base a quello che hai detto, difficilmente si arriverà a una condanna: molto probabilmente il tutto si risolverà in un nulla di fatto, con i tre ragazzi incensurati. E questo, chi ha denunciato i tre ragazzi, lo sa. Ma ha agito lo stesso per manifestare la propria opinione, per dire a quei ragazzi: su questa cosa non si scherza, noi stiamo con Israele e non ci piace chi avanza critiche troppo estreme.

Beta: Denunciare delle persone non mi sembra un modo molto intelligente per esprimere un’opinione.

Alpha: Su questo sono d’accordo: direi che è persino più stupido del bruciare una bandiera.

5 pensieri su “Bruciar bandiere

  1. Ottimo post. Aggiungerei che nemmenol’insulto dovrebbe essere reato; la diffamazione dovrebbe essere limitato al diffondere notizie false sul conto di una persona, non essere estesa (come attualmente è) al dare a qualcuno dell’imbecille.

  2. @ferrigno: Sono onorato! Appena ho tempo cerco di capire bene cosa ho vinto! 😉

    @Kirbmarc: Beh, dire che qualcuno è un imbecille potrebbe essere diffusione di una notizia falsa!

    @farfintadiesseresani: Sionista! 😉

    @Kirbmarc: Knish? Confesso la mia ignoranza in materia, cercherò di rimediare quanto prima.

Lascia un commento