Radici cristiane (2)

closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 4 mesi fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Panetteria, una del pomeriggio, due colleghi stanno acquistando il pranzo.

Primo uomo: Per me due pezzi di focaccia.

Secondo uomo: Per me invece un trancio di pizza. – rivolto all’amico: Cosa dici, prendiamo un po’ di frittelle da portare in ufficio?

Primo uomo: Va bene. – rivolto al panettiere: Anche una decina di frittelle.

Secondo uomo: Aspetta: oggi inizia la quaresima, non vorrei che Anna si offendesse.

Primo uomo: Hai ragione: lei ci tiene, a queste cose. Però a me facevano voglia, quelle frittelle.

Panettiere: Scusate se mi intrometto, ma secondo il rito ambrosiano la quaresima inizia domenica.

Primo uomo: Davvero?

Il panettiere di chiama Ahmad.

3 pensieri su “Radici cristiane (2)

  1. Ho sempre avuto il sospetto che i panettieri stimolassero le migliori riflessioni teologiche. Non sarà mica perché sono loro a darci il nostro pane quotidiano?

  2. Se vuoi che io creda alla storiella, devi mandarmi foto del panettiere con tanto di fotocopia di un documento d’identità.
    E, per completezza, un paio d’etti di frittelle.

    Saluti

  3. @Luca Massaro: Nel nostro caso, le nostre frittelle quotidiane.

    @Marcoz: In effetti, controllando sulle pagine bianche, ho scoperto che il panettiere non si chiama Ahmad, ma Selim. Vatti a fidare…

Lascia un commento