La Verità e le verità

«Questo è un tempo triste per chi non possiede la verità e crede nel dialogo e nella libertà», così si esprimeva recentemente Gustavo Zagrebelsky. E io aggiungerei che è un tempo triste anche per molti cattolici che certo non pensano di possedere la verità ma, pur mettendo la loro fede in Dio e in Gesù Cristo che lo ha narrato, sanno che la verità eccede sempre i credenti: questi la ricercano con una conoscenza sempre limitata, relativa, provvisoria, in attesa che si manifesti pienamente con la Venuta del Signore.

Enzo Bianchi (fondatore e priore della Comunità Monastica di Bose), La differenza cristiana, Einaudi 2006

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: