Se vuol ballare

Figaro, il giorno delle nozze con l’amata Susanna, scopre i loschi progetti del Conte: insidiare la promessa sposa.
Ecco la sua reazione:

Se vuol ballare,
signor Contino,
il chitarrino
le suonerò.

Se vuol venire
nella mia scuola,
la capriola
le insegnerò.

Saprò… Ma, piano:
meglio ogni arcano,
dissimulando,
scoprir potrò.

Se vuol ballare,
signor Contino,
il chitarrino
le suonerò.

Se vuol venire
nella mia scuola,
la capriola
le insegnerò.

Saprò… Ma, piano:
meglio ogni arcano,
dissimulando,
scoprir potrò.

Se vuol ballare,
signor Contino,
il chitarrino
le suonerò.

L. Da Ponte, Le nozze di Figaro, 1786

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: