Io sono per la famiglia naturale

closeQuesto articolo è stato pubblicato 2 anni 7 mesi 19 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Io sono per la famiglia naturale.

Il problema è che l’affermazione precedente non significa nulla di preciso, tanto è ambiguo e vago il termine “naturale”. Per dire: la società è naturale o artificiale? E il diritto? La religione? 
Che cosa intendo, quindi, con famiglia naturale? Al di là, o meglio prima, di sacramenti religiosi e istituzioni giuridiche, intendo due (o più) persone (di qualsiasi sesso o genere) che decidono di condividere insieme un progetto di vita. Questa, per me, è la famiglia naturale, o meglio quella cosa che ha senso chiamare famiglia naturale, quella dove la dimensione socialmente costruita è minima.

Il resto – cerimonie, firme, fidanzamenti, anelli… – è appunto socialmente costruito. Il che significa che possiamo costruirla più o meno come vogliamo.

13 pensieri su “Io sono per la famiglia naturale

  1. Digito due righe solo per dare una falsa speranza a marcoz quando riceverà la notifica di questo mio, e una cocente (si fa per dire) delusione quando la leggerà.
    Colgo l’occasione per porgere cordiali saluti ad entrambi — e a tutti.

  2. È da tempo che mi chiedo come mai la gente abbia abbandonato l’uso dei feed-rss (e sia tornata ad uno strumento così anni ’90 come le notifiche via email…).
    È Facebook, la risposta?

  3. Visto che ormai il caro estinto ci sta ospitando in questa chiacchierata intima, ne approfitto per una domanda indiscreta: che feed reader usate? e come conciliate desktop/mobile read-synch?
    È che dopo la dipartita di greader sono sempre in ansia che gli rss vengano dismessi direttamente a livello di protocollo TCP/IP e Internet diventi definitivamente sinonimo di Facebook…
    Ok, vogliate scusare il momento di debolezza, mi congedo senz’altro.

  4. Cioè non è bastato smettere, hai dovuto prendere metadone?
    (scusate, dal cellulare mi era sembrato che fosse solo marcoz a rispondere, non mi ero accorto che alcuni commenti erano di Ivo)

  5. Lo so che hai capito benissimo che mi riferivo alla tua “debolezza”. Sappilo.
    E comunque ho smesso senza problemi, usando un metodo – e qui sono quasi in topic – naturale: la pigriza (che nonostante la sua naturalità non riscuote grande successo tra i sostenitori della famiglia naturale).

  6. Oh, no, nella mia ingenuità non avevo colto, grazie della precisazione.
    La mia debolezza sembra immune da pigrizia, o almeno la debolezza che si alimenta di RSS, ché ne ho tante di debolezze, e quella che — una di quelle che — invece sì, è affetta (o sanata) dalla pigrizia è quella che dalla lettura dovrebbe passare alla scrittura…

Lascia un commento