I filosofi amano la saggezza, non l’umanità

closeQuesto articolo è stato pubblicato 9 anni 7 mesi 25 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Pearls Before Swine

Pearls Before Swine di Stephan Pastis

Topo: Ho sviluppato una teoria che spiega l’intera condizione umana. L’ho chiamata “AereoSediliReclinabililogia”.

Capra: Cosa è?

Topo: Due persone, entrambe stipate nei ristretti sedili di un aereo. La persona A può diminuire il proprio disagio abbassando il sedile. Ma c’è un problema.

Capra: Quale sarebbe?

Topo: Il miglioramento della sua condizione può avvenire soltanto a discapito della persona B, che è ancora più compressa dall’abbassarsi del sedile di fronte a lui.

Capra: E quindi perché la persona A abbassa il proprio sedile?

Topo: Perché la compagnia aerea dice che può farlo. È questa la “AereoSediliReclinabililogia”… le persone fanno quello che possono fare, incuranti degli effetti sugli altri. Ed è per questo che il mondo è nello stato in cui si trova.

Capra: Allora perché non fai qualcosa per cambiare tutto questo?

Topo: Perché se il tizio seduto di fronte a me abbassa il sedile, gli schiaccio la testa nel vassoio portavivande.

Capra: Magnifico.

Topo: I filosofi amano la saggezza, non l’umanità.

Buon Natale.

17 pensieri su “I filosofi amano la saggezza, non l’umanità

  1. Divertenti quelli, ogni tanto li leggo su “Linus”. Una domanda, perché io assieme ad altri amici faccio parte dei procioni delle Barbados? Buone feste

  2. In realtà a prenderlo in quel posto sono in 12, i sei seduti in corrispondenza delle uscite di sicurezza e i sei seduti all’ultima fila, in quanto non possono a loro volta abbassare il sedile. Guardacaso, io e lucia, IERI, uscite di sicurezza.

  3. cazzo, questa è perfetta per la maggior parte dei miei colleghi, così persi nell’analisi che si sono dimenticati dell’uomo

  4. formamentis: ti consiglio anche F minus. Quanto al Procione delle Barbados: il criterio di assegnazione delle categorie è per metà casuale e per metà “affinità elettive” non descrivibili… in poche parole, è un caso.

    farfintadiesseresani: appena l’ho vista , mi son detto che dovevo tradurla (malamente) e metterla nel blog!

    ferrigno: giusto corollario: gli uomini fanno quello che possono fare, ma alcuni proprio non possono 😉

    nullo e giowind: non state prendendo troppo sul serio una semplice vignetta? 😉

    Buon Natale a tutti.

  5. Buon Natale.
    I filosofi amano la saggezza, non l’umanità…già, qualcuno, peraltro, riesce poi ad amarla, l’umanità, dopo che l’ha conosciuta bene?
    🙂

  6. L’umanità è un concetto troppo vago per essere amato o odiato. Per conto mio, mi accontento di non mantenere troppo a lungo l’odio per le persone che conosco.

Lascia un commento