Democrazia e maggioranza

closeQuesto articolo è stato pubblicato 12 anni 10 mesi 4 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Secondo l’opinione di alcuni, la democrazia altro non è che il potere del popolo. In altre parole, ciò che vuole o desidera la maggioranza è, per definizione, democraticamente giusto.
Un terribile pregiudizio, che, di fatto, uccide la democrazia. Lo mostra un semplice esempio: se più della metà degli abitanti di una nazione volessero la soppressione della libertà di espressione oppure l’esclusione dei diritti civili per alcuni cittadini, questi atti sarebbero per questo democratici?
La democrazia, in realtà, è l’esistenza di tutta una serie di valori e pratiche atte a tutelare la libertà dell’individuo. Anche, e forse soprattutto, dall’opinione della maggioranza.
Il discorso dovrebbe essere così ovvio e trasparente da non meritare neppure una fonte di supporto. Se tuttavia qualcuno non fosse del tutto convinto che l’opinione della maggioranza non sia il fondamento della democrazia, può leggere On Liberty di John Stuart Mill.

2 pensieri su “Democrazia e maggioranza

  1. sì, condivido. C’è ancora da chiarire quali siano le pratiche democratiche: quali sono? Usa, Italia, India sono tutte democrazie allo stesso titolo?
    sistema castale, pena di morte,dominio delle oligarchie, disinteresse della maggioranza per la res pubblica… sono tutte caratteristiche esistenti in alcune di queste democrazie…

  2. Io ho scritto cosa non è una democrazia: non è il potere della maggioranza.
    Ho vagamente suggerito o indicato cosa è la democrazia: tutela delle libertà individuali (ma cosa è la libertà? anche qui ho suggerito alcune riflessioni: La forza delle opinioni).
    Usa, Italia e India sono democrazie molto diverse: hanno storie, tradizioni e culture diverse. La questione è complicata, e su questo sito si preferiscono le domande alle risposte.

Lascia un commento