Che cosa le porto di buono, signor Mazzini?

closeQuesto articolo è stato pubblicato 8 anni 3 mesi 28 giorni fa. Nel frattempo potrei avere cambiato idea. Anzi, quasi sicuramente è accaduto così: tienine conto se pensi di commentare quanto ho scritto.

Mi sono riletto un Paperino mese del 19861.
In calce alle pagine sono riportate alcune barzellette. In fondo a pagina 92 è riportata la seguente battuta:

– Allora, signor Mazzini, che cosa le porto di buono?
– Il solito, cameriere. Un bel piatto di spaghetti… alla carbonara!

Evidentemente i ragazzi che nel 1986 leggevano di fumetti di Paperino erano in grado di capire questo gioco di parole. Mi chiedo se lo stesso vale ancora oggi.

  1. per la precisione: si tratta del numero 67, uscito a gennaio []

10 pensieri su “Che cosa le porto di buono, signor Mazzini?

  1. Lo escludo! I ragazzi di oggi memorizzano solo gli stereotipi delle tv, tutto il resto entra da una parte ed esce dall’altra

  2. Nel ’67 la TV aveva solo 2 canali che trasmettevano per poche ore al giorno.
    Anche se per i ragazzi oggi contano solo 2 canali: Italia 1 e Mtv.

  3. @Lopo: Probabile. Nel 1986 non erano attribuite neppure le storie a fumetti (al massimo trovavi un sigla da qualche parte), figuriamoci le barzellette!
    @sciare: Suvvia, un po’ di ottimismo!

    @Juhan Perfidus: Se invece si guardassero pure Voyager su RaiDue, il mondo migliorerebbe 😉

    @Marco: In effetti c’è anche questa possibilità: i ragazzi non le capivano lo stesso, ma ci si faceva meno problemi.
    Chissà, magari qualche ragazzo ha scoperto la carboneria grazie a quel gioco di parole…

    @Yoshi: Io nel 1986 avevo otto anni. Penso di poter affermare che si stava meglio allora, a giocare con gli amici delle elementari…

  4. Sinceramente a me sembra un po’ fiacca, come battuta. Comunque non sottovaluterei i lettori di Topolino e in generale i ragazzi di oggi: spesso sono meno incolti di quanto sembrino.

    “Io nel 1986 avevo otto anni. Penso di poter affermare che si stava meglio allora, a giocare con gli amici delle elementari…”

    Io nel gennaio del 1986 stavo benissimo. Cibo gratis, nessun impegno, ambiente stimolante, e una stanza tutta per me…poi a luglio sono nato!

  5. @Kirbmarc: Tutte le battute presenti su Topolino e riviste collegate sono fiacche! Contrariamente alle vignette della Settimana Enigmistica, che a volte riservano vere perle di comicità… suppongo sia questione di età dei lettori.

    Indubbiamente nel gennaio del 1986 stavi meglio tu!

  6. Mi preoccupate, Kirbmarc e Ivo! Da quel che dite, stavate meglio prima di nascere.

    Di questo passo, arriverete a dire che “non esistere” è meglio che “esistere”.

    Non è che volete mandare a p. la prova ontologica nella sua verisone cartesiana (“Dio ha tutte le perfezioni, l’esistenza è una perfezione, Dio esiste”)? 😉

Lascia un commento