15 pensieri su “Che cosa è la scienza (risultati senza commenti)

  1. scientificamente 🙂 parlando, c’è una cifra decimale di troppo nella tabella (io che sono un talebano avrei addirittura arrotondato all’intero…)

  2. @zar: era uno dei punti da cui è partito il sondaggio dell’Estinto. La matematica non è “scientifica” nel senso che non usa il metodo scientifico…

  3. Se esiste un metodo scientifico… Piuttosto direi che la matematica potrebbe essere descritta come non scientifica nel senso di non essere un tipo di indagine empirica (cfr. Deviant Logic, Fuzzy Logic: Beyond The Formalism. S. Haack)

  4. Mah. In realtà in matematica si formulano teorie, si fanno prove (“esperimenti”) che possono confutare la teoria. Eventualmente si arriva alla dimostrazione (e questo in fisica non c’è) della teoria. Dire che proprio non si usa il metodo scientifico è come dire che la matematica è composta da definizioni e teoremi, definizioni e teoremi, eccetera. Solo quella ormai “digerita” è così…

  5. @zar: Se pensi la matematica come un “gioco formale” (vedi .mau. sul Post), non è scientifica. Se la pensi come strumento usato da fisici, chimici eccetera, anche qui hai buoni argomenti per dire che non è scienza.
    Del resto, la matematica è scoperta come la fisica o inventata come la letteratura?

  6. Per dire, la storia del pi greco è passata prima attraverso un’osservazione sperimentale, poi da congetture varie che cercavano di approssimarne il valore, fino ad arrivare alla dimostrazione della sua irrazionalità. Io ci vedo abbastanza metodo scientifico, no?

  7. @zar: Dipende da come definisci il metodo scientifico. Il problema di molta filosofia della scienza (vedi Popper, ma non solo) è che prendono un ambito particolare e poi generalizzano facendo cazzate. Del tipo: la fisica fa esperimenti in laboratorio, quindi è scienza solo se puoi fare esperimenti in laboratorio… ops, abbiamo lasciato fuori l’astronomia, vuol dire che non è scienza.
    Personalmente sono per una definizione larga, che includa anche la filosofia (certa filosofia).

  8. (qui siamo tutti platonisti, che ti credi?) Per un matematico, se proprio vuoi considerare l’osservazione sperimentale è che il rapporto tra circonferenza e diametro sembrava essere una costante (cosa che non è banale da dimostrare, perché la circonferenza è curva… diciamo che ci è arrivato Archimede con l’esaustione, se non ricordo male). Approssimarne il valore non è “matematica” strictu sensu; dimostrare che è irrazionale e poi trascendente sì, ma non è scientifico.

  9. Io difendo la definizione di Quine, la quale però non è facilmente compendiabile in poche frasi come quelle di Popper e degli altri.
    Non so se è quella a cui si riferisce Ivo, ma certamente Quine include nella scienza anche la filosofia (certa filosofia).
    Dimostrando l’inconsistenza della distinzione fra verità analitica e verità sintetica, Quine sosterrebbe addirittura la presenza di fibre empirica nella matematica, e non nel senso “banale” di credere in un iperuranio dove vivono i cerchi perfetti e tutte le cifre di pi-greco.
    Sottoscriverebbe anche, io credo, l’affermazione di Arnold secondo cui la matematica è quella parte della fisica in cui gli esperimenti sono più economici, anche se probabilmente la sottoscriverebbe per motivi sottilmente diversi.

Lascia un commento