Regola 34, versione per filosofi

Conoscete la regola 34 di internet? “Se esiste X, allora su Internet esiste anche la versione pornografica di X. Senza eccezioni”. Godzilla, i Simpson, il videogioco Pong… nessuna eccezione.

633780588075807990-rule34[1]

Stavo pensando che la regola 34 ha anche una versione filosofica: “Se X esiste, allora esiste anche la filosofia di X”. Il vino, Snoopy, le serie tv… anche qui, nessuna eccezione. Ma un interessante aggiunta: “Anche se X non esiste, esiste la filosofia di X”.

Pareva un topo così perbene

Sabato il quattrenne ha voluto il suo primo libro di Geronimo Stilton. 1
Un storia simpatica, con il protagonista – il topo Geronimo – che risolve il mistero del furto 2 di formaggi quasi per caso e si lascia pure sfuggire la ladra perché questa gli fa gli occhi dolci. Geronimo ha una sorella, Tea, il cui contributo alla risoluzione del caso è decisamente meno fortuito. Continua a leggere “Pareva un topo così perbene”

  1. No, non sa leggere, ma per quello c’è il papà.[]
  2. Furto impropriamente chiamato “rapina”, a un certo punto, ma non si può avere tutto.[]

La costellazione di nonno Bill

Con un solo giorno di ritardo, oggi ho scoperto che Chelsea Clinton è diventata mamma.
Ciò significa che Hillary e Bill Clinton sono diventati nonni di Charlotte Clinton Mezvinsky:

BykC9_rIMAANIhR.jpg-large
Da un tweet di nonna Hillary

In altre parole: esiste una figlia della figlia di Bill Clinton. Continua a leggere “La costellazione di nonno Bill”

Giro di vite sulle lucciole

Giro di vite sulle lucciole

Non so, quando si mettono insieme due metafore forse vale la pena verificare che i significati letterari siano vagamente compatibili, perché non riesco a togliermi dalla testa 1 l’immagine di un povero insetto avvitato con forza a un qualche supporto, e per quanto non sia un animalista, la cosa mi turba un pochino.

  1. Altra metafora.[]

Meritocrazia

Lorenzo Palumbo, 33 anni, domiciliato a Varese, insegnante di professione, l’inizio di questo nuovo anno scolastico lo avrebbe voluto affrontare da una cattedra di un liceo ticinese. Poco più di un anno e mezzo fa ha infatti partecipato a un concorso pubblico, arrivando primo e ottenendo dagli specialisti della Commissione giudicante il giudizio “ottimo”. Il posto di insegnate di musica però è stato assegnato alla seconda arrivata. Una ticinese.

Da Vince il concorso ma gli viene preferita una ticinese.

La graduatoria di questa  Commissione giudicante probabilmente è solo uno dei fattori che viene preso in considerazione e l’insegnante assunta ha probabilmente altri meriti oltre alla nazionalità che giustificano la decisione delle autorità.
Spero vivamente che sia così, perché l’alternativa, lo confesso, mi spaventa: vorrebbe dire all’urlo di “prima i nostri” si è scelto volontariamente il discreto quando si poteva avere l’ottimo.

Domande stupide

What if?They say there are no stupid questions. That’s obviously wrong; I think my question about hard and soft things, for example, is pretty stupid. But it turns out that trying to thoroughly answer a stupid question can take you to some pretty interesting places.

Randall Munroe, What If?: Serious Scientific Answers to Absurd Hypothetical Questions

L’autore è quello di xkcd, e il libro è da leggere, e spero che prima o poi ne esca una traduzione italiana.

970 milioni di dollari in contanti

Screenshot 2014-08-26 11.19.26
970 milioni di dollari, in banconote da 100 – tagli superiori non esistono più dal 1969, stando a Wikipedia – vuol dire 9 milioni e 700 mila banconote. Sempre secondo Wikipedia, il peso è grosso modo un grammo. Vuol dire che grosso modo, quegli oltre nove milioni di banconote pesano nove milioni di grammi, cioè novemila chili, cioè nove tonnellate. Nulla che un camion, neppure troppo grande, non possa agevolmente trasportare.

Per quanto riguarda il volume, la banconota da 100$ è lunga circa 166 mm e alta 66, lo spessore immagino sia intorno al decimo di millimetro. Una banconota ha quindi un volume di circa 1100 millimetri cubi, poco più di un centimetro cubo. Gli oltre nove milioni di banconote occupano quindi circa dieci milioni di centimetri cubi,  ovvero dieci metri cubi. Anche qui, un camion basta e avanza,

Ecco, credevo fosse un errore, che fosse impossibile pagare quasi un miliardo di dollari in contanti, e invece no: basta quasi noleggiare un furgone, ed è fatta.

Tra fraintendimento e manipolazione della realtà

Screenshot 2014-08-12 13.54.50

Il regista Roman Polanski non parteciperà al Festival del film Locarno, dove avrebbe dovuto una lezione di cinema aperta al pubblico, ricevere un un riconoscimento speciale e presentare il suo Venere in pelliccia in Piazza Grande.

Continua a leggere “Tra fraintendimento e manipolazione della realtà”

Miseria e nobiltà della scienza, ovvero un filosofo guarda ‘Lucy’ di Luc Besson

OC763317_P3001_184931
Lucy

Ieri ho visto Lucy di Luc Besson con Scarlett Johansson, Morgan Freeman, Amr Waked e Choi Min Sik.

Gran bel film: montaggio eccezionale (la sequenza iniziale nella reception dell’albergo entra di diritto nella storia del cinema), ottima recitazione, gustosissime le scene d’azione, poche e tutto sommato accettabili le immancabili incongruenze nella sceneggiatura. Continua a leggere “Miseria e nobiltà della scienza, ovvero un filosofo guarda ‘Lucy’ di Luc Besson”